Vorreste fare dei deliziosi biscotti alla cannabis ma non sapete da dove iniziare?

Non c’è nulla di meglio per risollevare l’umore che qualche dolcetto, ma perché non renderli ancora più piacevoli aggiungendo un po’ di cannabis?! Sbizzarritevi con gli ingredienti più di vostro gradimento e scegliete le migliori opzioni per rallegrare il vostro spirito. Godetevi gli istanti che trascorrete in cucina e sentitevi per qualche ora i migliori pasticceri del quartiere realizzando questi facili biscotti. Ma l’aspetto ancora più eccitante è che queste ricette verranno apprezzate da tutti gli appassionati di cannabis o semplicemente da chi desidera avere in casa un alimento a base di canapa, pronto per essere sgranocchiato ogniqualvolta si abbia voglia di mangiare un biscotto di cannabis.

Ingredienti:

  • 50 g di burro
  • 50 g di cioccolato fondente
  • 50 g di gocce di cioccolato fondenti
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio cacao
  • 100 g di zucchero di canna
  • 100 g di farina
  • 3/4 di cucchiaino di lievito per dolci
  • 50/60 g di circa di zucchero a velo
  • 2,5 g di cannabis

Sciogliete 50 grammi di cioccolato insieme al burro in un pentolino a bagnomaria e aggiungere la cannabis tritata. In una ciotola sbattere l’uovo e lo zucchero usando le fruste elettriche, finché il composto non diventa denso e omogeneo. Aggiungete il cioccolato ed il burro sciolti alla farina, lievito e cacao precedentemente setacciati (setacciarli è fondamentale) e mescolate bene. Infine aggiungete le gocce di cioccolato.

Coprite la ciotola con una pellicola e mettetela in frigorifero per circa un paio d’ore.

Preriscaldate il forno a 180 gradi e nel frattempo formate circa 20 palline con l’impasto, che deve avere una consistenza dura (cercate di manipolarlo il meno possibile). Rigiratele nello zucchero a velo (tipo impanatura) e appoggiarle, ben distanziate, sulla teglia foderata con cartaforno.

Cuocete per circa 14 minuti in forno statico, meglio qualcuno in meno che qualcuno in più (i biscotti usciti dal forno i biscotti devono essere morbidi), e lasciate raffreddare per un paio d’ore.

Fonte